Seguici su Facebook

ROAD-NS

Home
Anche il “Moscato di Sorso Sennori” Doc sarà certificato dall’organismo di controllo della Camera di Commercio di Sassari.

La qualità innanzitutto, insieme alla tutela delle produzioni locali. Produzioni che vanno monitorate per certificarne la qualità e il percorso di filiera che arriva fino al consumatore finale. La Camera di Commercio di Sassari è, dal 2012, Organismo di controllo dei vini per le Denominazioni “Vermentino di Gallura” Docg e “Colli del Limbara” Igt. E ora si aggiunge, una novità assoluta, il “Moscato di Sorso Sennori” Doc.

La funzione dell’Organismo di controllo camerale è stata ulteriormente riconosciuta, dal competente Ministero, anche per il triennio 2015-2018. Nel quadro generale che ha per obiettivo la promozione del tessuto economico, l’attività della Camera di commercio come organismo dedicato alle attività di controllo dei vini a D.O., risponde principalmente all’esigenza di qualificare le produzioni vitivinicole al fine di favorire la competitività dei vini a D.O. e a I.G. locali sul mercato interno e su quello internazionale, rendendo evidenti e garantite al consumatore le caratteristiche qualitative di questi ultimi.

La Camera di Commercio sostiene e punta allo sviluppo alle produzioni locali verificando il rispetto di quanto stabilito nei Disciplinari di Produzione e dal Piano dei Controlli considerata l’importanza di mantenere alti gli standard delle filiere del Vermentino di Gallura Docg e dei Colli del Limbara Igt. Che fanno i numeri.

Cifre importanti per un settore in espansione che può contare circa 500 viticoltori che coltivano oltre 1.200 ettari con una produzione annua che si aggira attorno ai 70.000 quintali di produzioni di uve. Il Vermentino di Gallura Docg vede riconosciuti 40 tra vinificatori e imbottigliatori che producono annualmente oltre 50mila ettolitri di vino, dui certificati 44mila ed imbottigliati 40mila

Numeri inferiori ma per questo non meno importanti sono quelli del Colli del Limbara Igt che vanta 250 viticoltori pari ad una coltivazione di 200 ettari e 110mila quintali di uve prodotte. I vinificatori e gli imbottigliatori sono circa 25 e producono 7.500 ettolitri di cui ne vengono imbottigliati circa 2.500.

In questo senso, anche l’ingresso del Moscato di Sorso Sennori, nella sfera operativa dell’organismo di controllo camerale rappresenta un valore aggiunto importante per produzioni di assoluta qualità di un altro territorio del nord Sardegna. 

 

 

banner Diritto Annuale       Elenco Atti Depositati

linea_amica