banner CCIAA diritto annuale 220x200

Seguici su Facebook

ROAD-NS

Home
Mirabilia, una rete vincente

MirabiliaLa rete come mezzo, la valorizzazione del patrimonio culturale e artistico come obbiettivo. Ecco che arriva Mirabilia - European Network of UNESCO Sites (che prende il nome dai Mirabilia Urbis Romae, le guide pratiche scritte dai viaggiatori che nell'antichità guidavano i pellegrini verso Roma) una rete, appunto, che mette in collegamento territori e realtà che seppur differenti per dislocazione geografica possiedono notevoli affinità.
La rilevante importanza storica, culturale ed ambientale, è il preludio di un'interazione tra gli attori istituzionali ed economici e di confronto tra modelli di governance, alla base delle politiche di sviluppo del territorio.
La rete, promossa dalle Camere di Commercio italiane, unisce i luoghi riconosciuti dall'UNESCO come Patrimonio dell'Umanità, ma meno noti al turismo italiano e internazionale, con l'obiettivo di incrementare l’attività promozionale e la riconoscibilità talvolta lontana dal grande pubblico.
Per portare l'attenzione dei milioni di turisti che ogni anno intendono visitare l’Italia su nuove destinazioni meno conosciute, ma non per questo meno interessanti o attrattive, su nuove offerte integrate, meraviglie già riconosciute o in via di riconoscimento quale patrimonio dell'UNESCO.
A Sassari l'incontro operativo - in due fasi - tra i presidenti di Matera e Sassari, Angelo Tortorelli e Gavino Sini, insieme al coordinatore nazionale del progetto Mirabilia, Vito Signati e al segretario generale dell'ente camerale sassarese, Pietro Esposito. E tra questi ed il sindaco di Sassari, Nicola Sanna. Anche la città sarà coinvolta, per i suoi Candelieri, patrimonio immateriale dell'umanità, per l'operatività e il dinamismo nell'ambito del progetto "Mirabilia".
"Mirabilia nasce nel 2012 su iniziativa della Camera di Commercio Matera, tuttora capofila del progetto e coinvolge 17 enti camerali nel nostro Paese - dice con soddisfazione Angelo Tortorelli, presidente dell'ente camerale lucano - tra cui Sassari, con cui abbiamo stabilito un contatto perfetto e una sintonia strategica che dà un grande valore aggiunto alla nostra visione di promozione turistica capace di comporre domanda e offerta per la valorizzazione dei nostri territori."


Mirabilia prevede la nascita, lo sviluppo e l’interazione con il sistema delle Camere di Commercio e delle imprese che traduca in prodotti integrabili e commercializzabili l’intero anno in particolare nei periodi di destagionalizzazione, le offerte che le diverse destinazioni Mirabilia presentano ogni anno.
"Abbiamo la volontà di creare una vera e propria rete di offerta non solo grazie all'assoluto appeal del nostro patrimonio - aggiunge il presidente della Camera di Commercio di Sassari, Gavino Sini - ma anche alla qualità dei nostri imprenditori (alcuni dei quali già coinvolti in prima battuta nell'incontro odierno) che insieme contribuiranno a costruire un sistema di promozione efficace ma anche un prodotto innovativo e coinvolgente. Per un nuovo modo di intendere il turismo, al passo con le nuove esigenze, da individuare, analizzare e soddisfare, generate dal mercato. E la nostra Camera si impegnerà su questo fronte."
Partnership e collaborazione sono le parole d'ordine di Mirabilia per raggiungere gli obiettivi di valorizzazione e sviluppo territoriale.
"Gli enti camerali che hanno aderito credono nella promozione e nell'innovazione dell'offerta turistica.- è l'analisi del coordinatore nazionale di Mirabilia, Vito Signati - D'altro canto alla luce della riforma, le Camere hanno di fatto questa mission, sulla quale devono essere operative. Se poi insieme, con un fine comune, ancora meglio."
Sulla stessa lunghezza d'onda anche il sindaco, Nicola Sanna nell'incontro a palazzo Ducale, "La nostra Amministrazione da sempre riconosce e valorizza l'importanza del creare reti tra realtà differenti per raggiungere insieme uno scopo comune. Se oggi siamo riconosciuti come patrimonio immateriale dell'Umanità dall'Unesco è grazie al fatto che ci siamo uniti con soggetti apparentemente diversi e territorialmente lontani per dare vita alla Rete delle Grandi Macchine a spalla. Grazie a ciò i Candelieri, la grande festa della città, sono patrimonio dell'Umanità".
Ma quest'ultima è soltanto un esempio: "All'interno dell'Anci ho creato la consulta delle Città medie; il Nord Sardegna è oggi una voce univoca grazie alla Rete metropolitana del Nord Sardegna" ha continuato il primo cittadino, mentre l'assessora alle Politiche culturali e Turismo Manuela Palitta ha spiegato il nuovo progetto a cui sta aderendo Sassari proprio in questi giorni: la Rete Passione di Cristo per creare un network sugli eventi della Settimana Santa. All'incontro era presente anche Paolo Cau della commissione storica per i Candelieri che ha ripercorso il cammino che ha portato, in circa sette anni, al riconoscimento da parte dell'Unesco.

 

linea_amica